Selezione

I Licheni: contaminazioni, simbiosi, relazioni placentari in territori diversi di ricerca

Le attività di Selezione delle persone prevedono saperi trasversali e policentrici a servizio dell’analisi e del discernimento.

Le biologie, le psicologie, le filosofie, le economie, le arti offrono conoscenze e letture possibili e sinfoniche della realtà personale ed aziendale. Due o più diversità collaborano, traendo vantaggi reciproci, perdendo la loro primigenia autonomia,  producendo novità nello scenario della vita e proponendosi come punto di partenza per altre novità. I licheni, come le attività di selezione, sono i  primi responsabili della formazione del terreno.

La simbiosi biologica, che richiamiamo nelle dinamiche relazionali, è l’unione in un particolare ambiente di due esseri appartenenti a categorie diverse che in un ambiente specifico, da soli, potrebbero avere difficoltà a sopravvivere, ma sulla reciproca mutualità, trovano e danno un senso all’esistenza

I licheni sono simbiosi fra un’alga verde e un fungo microscopico. Il fungo offre all’alga sostanze organiche a basso costo e l’alga, capace di fotosintesi, offre l’ossigeno. L’alga rinuncia alla mobilità in acqua, il fungo perde la sua capacità riproduttiva: insieme formano il lichene, nuovo individuo crostoso, resistente, pioniere degli ambienti estremi.

Gli scambi, le contaminazioni, i rischi di perdersi, i pericoli di simbiosi malsane, le gioie del ritrovarsi, le meraviglie delle scoperte, sono la misura delle Comunità di Ricerca.

La Comunità di Ricerca è incuriosita dalle strutture emergenti da sistemi disordinati come in una continua e inesausta elaborazione della Teoria dei Grafi.

Ringrazio Rosalba Valenza per la sapiente, saporita chiarezza delle nostre chiacchierate.

Gli ultimi articoli